6 maggio Finali Gioiamathesis

Post in evidenza

Le classi raccontano le buone pratiche dell'Istituto Comprensivo Frosinone 4 alla Città Educativa di Roma

Città Educativa di Roma sabato 8 ottobre, 9.30 - 13.30 LE BUONE PRATICHE DI INNOVAZIONE NELLA DIDATTICA Mostra dei progetti realizzati d...

Lavorare sulle parole dei problemi

“Un problema è la NARRAZIONE di una storia, che fornisce alcune 
informazioni e lascia al lettore l’individuazione di altre informazioni non esplicitate” (Bruner)
Qualsiasi testo anche quello di un problema, offre delle informazioni esplicite o implicite che l'alunno deve ricavare.

Per far ciò è necessario attuare un percorso transdisciplinare (che supera le singole discipline e punta sulle capacità da attivare nell'allievo) sulle parole dei problemi.

ANALISI DEL TESTO
1. Conoscere e comprendere il significato di parole specifiche 
• del linguaggio comune: decodificare i quantificatori (pochi. 
tanti. tutti. parecchi, ognuno, almeno, nessuno, ogni, ciascuno, in 
meno, in più tanti quanti.... ), le preposizioni (per, a, ad, in.... ), i 
pronomi (ne.... ) e il soggetto sottinteso. 
• del linguaggio matematico: comprendere termini specifici 
quali: somma, differenza, resto, totale, complessivamente, rimanenti, restanti, quanto manca, altrettanti, in comune, coppia, doppio, triplo.... 

2. Passare da un’icona (dalla lettura di un testo, da una 
drammatizzazione…) al testo del problema 
• Interpretare serie di immagini o vignette, relative a storie e vicende, in successione temporale. 
• Ricavare informazioni, numeriche e non, da immagini singole, da testi letterali, da drammatizzazioni 
• Formulare il testo di un problema contenente le informazioni trovate 

3. Passare dal testo di un problema alla sua rappresentazione attraverso una icona (un testo narrativo, una drammatizzazione…) 
• Esplicitare il contesto. 
• Rielaborare il testo e rappresentarlo 
• Trasformare il problema in un testo

4. Collegare il testo alla sua rappresentazione con i numeri 
• Rappresentare il testo con i numeri e le operazioni. 
• Formulare un testo a partire da un algoritmo 

Dati
Saper rilevare dati numerici e non 
• evidenziandoli, 
• spiegandoli verbalmente, 
• traducendo in numeri o simboli i dati non numerici, 
• rappresentandoli graficamente. 

Saper rilevare la domanda: 
• evidenziandola, 
• spiegandola verbalmente, 
• provando a riformularla 
• provando a toglierla (e lavorando sul testo risultante) 

Legame fra dati e contesto 
• Partendo da alcuni dati costruire un testo coerente
• Partendo da un dato algoritmo costruire un testo coerente  

Individuare il legame fra i dati e la domanda 
• scegliere tra più domande quella più appropriata per sfruttare tutti i dati considerati. 
• formulare un testo a partire dai dati e dalla domanda o dalla 
sola domanda 
• riconoscere problemi possibili e non. 
• modificare il testo di problemi impossibili per renderli possibili. 

LA DOMANDA 
• formulare la domanda appropriata in problemi con domanda mancante. 
• formulare tutte le domande possibili in una situazione problematica senza domanda 
• scomporre un problema in sottoproblemi, ciascuno con una domanda sola.  

Adattamento dal percorso proposto da

Una parte del percorso è stato avviato in classe prima con la decodifica dei quantificatori e di alcuni termini matematici specifici.



In classe seconda si è proceduto a ricavare semplici testi a partire da immagini. Quindi si è passati a rappresentare il testo con i numeri e le operazioni.
 

Il percorso continua con attività intorno a dati, contesto e domanda.  
  • leggere un testo e rispondere alle domande su informazioni esplicite e implicite;
  • leggere un testo e individuare l'azione che si deve compiere (togliere, vuotare, comprare, aggiungere, dividere, separare, contare...);
  • riconoscere nel testo la domanda;
  • formulare la risposta coerente con il testo avendo a disposizione domanda e risultato;
  • inserire la domanda coerente con il testo;
  • scrivere il testo a partire dalla domanda;
  • trovare all'interno di un testo dati utili, nascosti, inutili, mancanti.

Nessun commento:

Posta un commento

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

Etichette