Buone vacanze!

Post in evidenza

Concorso "Programma una storia" 2019

Concorso "Programma una storia" 2019 Partecipanti https://programmailfuturo.it/progetto/concorso-2019/partecipanti ...

Visualizzazione post con etichetta scienze. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta scienze. Mostra tutti i post

Calore e temperatura

Con i passaggi di stato abbiamo scoperto che la temperatura può modificare lo stato della materia:
aumentando o diminuendo la temperatura, una stessa sostanza si può presentare nell’uno o nell’altro stato di aggregazione.
Attraverso un esperimento (una bacinella con acqua molto calda con immersi oggetti di diversi materiali: legno, metallo, plastica e gomma) abbiamo anche scoperto che il calore si sposta da un corpo ad un altro e che alcuni materiali sono buoni conduttori di calore ed altri meno, gli isolanti.


Ma cos'è il calore e come si produce?

Queste le domande di partenza.

Abbiamo visto alcuni filmati ed alcune simulazioni sul movimento delle molecole all'interno dei corpi. 
Il calore è l'energia del movimento di queste molecole: energia termica.
Dall'osservazione della realtà abbiamo individuato come principale fonte di calore sulla Terra il Sole che produce energia termica ma dalla vita quotidiana emergono altre esperienze di produzione di calore:
lo sfregamento delle mani, la legna che brucia nel camino, il calore generato dalla lampadina accesa...
Questi tre esempi riconducono a tre diversi modi di generare calore:
  • l'attrito
  • la combustione
  • l'elettricità
Ma come passa da corpo ad un altro?

Se il calore è energia del movimento delle molecole e si misura con le calorie (cal), la velocità con la quale si muovono queste molecole, cioè l'intensità del calore, ci viene invece indicata dalla temperatura.
La temperatura viene misurata dal termometro usando i gradi centigradi. Si pensa che il primo termometro sia stato inventato da Galilei, mentre quello ad alcool da Fahrenheit.  Il metodo di misurazione fu inventato da Celsius che costruì la scala prendendo come riferimento la temperatura dell'acqua quando bolle 100° e la temperatura del ghiaccio quando fonde 0°.
Sotto lo zero la temperatura viene indicata con il segno meno davanti (es. -3°)
MAPPA DI SINTESI PER LO STUDIO

Video Rai Scuola

A questo indirizzo, cliccandoci sopra, troverete il video che abbiamo visto in classe
LA TERRA: ROTAZIONE E RIVOLUZIONE


L’unità didattica spiega i movimenti di rotazione e di rivoluzione della Terra, da cui dipendono, rispettivamente, l` alternarsi del giorno e della notte e il susseguirsi delle stagioni. Osservando il mappamondo, si scopre che la velocità di rotazione della Terra è maggiore all`altezza dell`equatore e, viceversa, minore per chi si trova ai poli. La stessa cosa accade rispetto al susseguirsi delle stagioni. Quando uno dei poli è più inclinato verso il sole, in quella metà del mondo, le giornate sono più lunghe ed è estate, mentre nell’altra metà è inverno. Infine, la voce fuori campo fa notare che se la Terra non fosse inclinata sul proprio asse, le stagioni non esisterebbero.
Una simulazione per giocare con le orbite e la gravità

Gravità e orbite
Clicca per eseguire
Muovi il Sole, la Terra, la Luna ed una stazione spaziale per vedere come si influenzano reciprocamente le forze gravitazionali e le loro orbite. Visualizza le dimensioni e le distanze tra diversi corpi celesti; Elimina la forza di gravità per vedere cosa succede senza di essa!

Il metodo scientifico sperimentale

Tutto ciò che accade in natura e che possiamo percepire con i sensi è un fenomeno.
Lo scienziato osserva la realtà e cerca di capire come e perché certi fenomeni si verificano, cioè “fa scienza”.
Dal video su Galileo Galilei abbiamo compreso il metodo da lui utilizzato per dimostrare la validità delle scoperte scientifiche.
Per diventare scienziato, infatti, occorre spiegare i fenomeni seguendo un metodo speciale, il metodo scientifico sperimentale che è composto di varie fasi.

GLOSSARIO

ESPERIMENTO


  


IPOTESI
 
 FENOMENO
 
SCHEMA DELLE FASI DEL METODO SPERIMENTALE

ED ORA DIVERTIAMOCI AD APPLICARE IL METODO!
Osservazione del fenomeno:
Nel video che abbiamo visto, Galileo Galilei aveva svolto esperimenti sulla caduta dei corpi.
Dopo varie prove era arrivato a concludere che corpi con medesima forma e peso diverso cadono a terra quasi simultaneamente.
Ciò, aveva concluso, a causa della pressione (forza) esercitata dall'aria.

Allora facciamo noi un ulteriore esperimento:
Le nostre ipotesi:
  • l'acqua si rovescia
  • il cartoncino resta attaccato al bicchiere
Esperimento e registrazione dei dati: ogni bambino ha svolto l'esperimento e registrato i dati.

Analisi dei dati: in classe ogni alunno riporta gli esiti dei vari esperimenti.

Conclusione: concludiamo che il cartoncino, nella maggioranza degli esperimenti, è rimasto attaccato al bicchiere perché l'aria con la sua pressione (forza) non gli ha permesso di cadere a terra spingendolo dal basso verso l'alto.

Al prossimo esperimento!


Scienza e scienziati

Per riprendere il percorso di scienze in classe terza, abbiamo iniziato interrogandoci su cos'é la scienza, di cosa si occupa, per mezzo di quali persone e quali strumenti...

Dopo un'attività di brainstorming iniziale:
  • le idee e le informazioni sono state raccolte in uno schema a raggiera;
  • sono state confrontate le informazioni emerse dai bambini con quelle offerte dalla lettura del testo a disposizione;
  • si è integrato lo schema con le informazioni del testo che non erano scaturite dai bambini.
Compreso che la scienza si occupa di molti campi di ricerca, i bambini hanno cominiciato ad individuare diversi tipi di scienziato e il campo in cui lavorano, ciò di cui si occupano.
Così si è passati a nominare scienziati e loro attività.


Alla fine abbiamo visto in video la presentazione di uno dei grandi scienziati italiani Galileo Galilei

Il ciclo dell'acqua


Animazioni



Il ciclo dell'acqua

Tutte le fasi di questo importantissimo ciclo naturale



Le nuvole

Come si formano e come vengono classificate
"Esperimento Le nuvole in barattolo"

ACQUA RINO AMICO SCIENZIATO
filmato più laboratorio "Fare per sapere"
http://www.pianetascuola.it/

Le api


Quaderno Operativo
SPIEGAZIONE DELLA VITA DELLE API E LAVORAZIONE DEL MIELE

CICLO DELL'APE uovo- larva- pupa- ape


VIVA LE API
UN LAVORO DELLA REGIONE TOSCANA DA CONSULTARE
http://www.arsia.toscana.it/api/Pages/prima.html
VIDEO: DALLE API AL MIELE



Il Miele in una favola di Silvia Airoldi

Gli insetti e le parti del loro corpo

Sul capo (o testa) ci sono le antenne e gli occhi



Sul torace le ali


e le zampe

Laboratorio Insetti



Questa mattina dopo aver iniziato a conoscere gli insetti in classe, siamo usciti alla loro ricerca nel prato della scuola.
Abbiamo catturato e rinchiuso in barattolo: alcuni ragni, qualche formica,  una piccola chiocciola, molti insetti (che scambiamo per coccinelle!) della stessa famiglia delle coccinelle, una zanzara morta, un insetto, senza vita, nero con riflessi blu (forse T. nicaeensis?)
Abbiamo anche visto una piccola cavalletta che è fuggita via!
GALLERIA IMMAGINI

Giochiamo con gli animali

Questa mattina abbiamo svolto giochi sugli animali per testare le conoscenze via, via acquisite.

Prima abbiamo classificato gli animali in base ad una coppia di caratteristiche: movimento (STRISCIA, VOLA, CAMMINA, NUOTA) e arti (zampe ed ali, pinne, zampe, senza arti).
Abbiamo ritagliato e incollato gli animali all'interno degli insiemi con le seguenti etichette:
  • STRISCIA ZAMPE ALI
  • STRISCIA PINNE
  • STRISCIA ZAMPE
  • STRISCIA SENZA ARTI
  • VOLA ZAMPE ALI
  • VOLA PINNE
  • VOLA ZAMPE
  • VOLA SENZA ARTI
  • CAMMINA ZAMPE ALI
  • CAMMINA PINNE
  • CAMMINA ZAMPE
  • CAMMINA SENZA ARTI
  • NUOTA ZAMPE ALI
  • NUOTA PINNE
  • NUOTA ZAMPE
  • NUOTA SENZA ARTI
Solo alcuni di questi insiemi contenevano qualche animale, altri sono rimasti vuoti.

Poi tramite una scheda, abbiamo collegato le caratteristiche dei vertebrati ad ognuno dei gruppi a cui si riferivano.

E' arrivato poi il momento tanto atteso del gioco di squadra: parola d'ordine COLLABORARE!

In squadre da tre componenti ci siamo sfidati in una gara di precisione e velocità.
Abbiamo colorato e raggruppato gli animali proposti secondo le categorie richieste. 
Importante suddividere bene i compiti per finire entro il tempo stabilito e non fare errori.

GIOCO A - 

GIOCO B - 


Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF