Accedere alla classe virtuale per alcune attività estive

Notizie dal mondo della scuola

A cosa serve la matematica

A cosa serve la matematica 

Con un umorismo travolgente, il matematico Eduardo Saenz de Cabezon ci dà la risposta a una domanda che fa impazzire studenti di tutto il mondo: a cosa serve la matematica? Così, ci mostra la bellezza della matematica, che non è altro che la spina dorsale della scienza. I teoremi, non i diamanti, sono per sempre.

In estate

Classe quarta C (futura quinta) per settembre dovrete assolutamente aver ripassato verbi, tabelline, formule geometriche. Giochi con il calcolo mentale.
Vi auguriamo anche una buona lettura con i libri da voi scelti, o suggeriti in classe virtuale, e le attività selezionate per voi.


Il materiale per il prossimo anno scolastico sarà il medesimo: quaderni a righe e quadretti come utilizzati quest'anno ad eccezione del quaderno di geometria che sarà sempre con il quadretto da  un cm; gli strumenti di geometria sopravvissuti alle attività di quarta! Colori, matite, penne, forbici, colla...

Per tutti: ricordate di spedire le cartoline virtuali dei vostri luoghi dell'estate in classroom!

Percorso didattico di geografia tra laboratorio e ambienti online.

Percorso didattico di geografia tra laboratorio e ambienti online.

La motivazione da cui parte il percorso didattico geografico è quella di proporre ai nostri alunni la geografia utilizzando metodi e strumenti propri dei geografi, aumentando la motivazione ed il coinvolgimento attivo dei bambini, integrando l'attività d'aula/laboratorio con ambienti di lavoro on-line.
L'ambiente di lavoro che affianca il nostro percorso didattico é il Blog di classe "Classe a colori". 
Il nostro tentativo prende avvio sin dalla prima classe di scuola primaria integrando all'attività tradizionale in aula un ambiente on-line dove ampliare gli spazi di apprendimento; motivare gli alunni con attività innovative, nuove e interessanti che favoriscano un apprendimento esperenziale e collaborativo. 
Un luogo virtuale condiviso per documentare processi e progetti didattici, che permetta di operare con qualsiasi strumento tecnologico sul Web, vera sede di applicazioni e servizi; che costituisce il diario di bordo di un cammino tra sperimentazioni didattiche, dove moltiplicare l'accesso sicuro a materiali e attivare nuovi canali di comunicazione alunni/docenti oltre l'orario di lezione. 
In classe terza, all'interno del nostro Blog convivono risorse diverse 2.0 ossia un insieme di applicazioni che consentono all'utente un elevato livello di interazione e condivisione dell’informazione. 
In tale ambiente si impara in molti modi diversi contemporaneamente, con le nuove tecnologie che diventano mezzo per un apprendimento personalizzato. 
Il blog stesso è divenuto strumento didattico a cui fare riferimento costante sia a casa che a scuola.

Finalità
risultati di carattere generale che si propone il progetto
Sperimentare nuovi approcci didattici; non creare isolamento culturale rispetto al mondo che cambia; realizzare una didattica innovativa per competenze;
integrare strumenti tradizionali con le nuove tecnologie che diventano strumento per un apprendimento personalizzato e mezzi attraverso i quali far condividere e collaborare gli studenti;
permettere a ciascun alunno di esprimersi secondo le proprie attitudini e le proprie abilità; familiarizzare con l'utilizzo delle risorse del web 2.0;
mostrare attraverso la documentazione, la valenza interdisciplinare di ciascuna esperienza; acquisire competenze geografiche.

Gli obiettivi generali del progetto sono :
Educazione degli studenti alla multimedialità.
Miglioramento dell'efficacia dell'insegnamento e dell'apprendimento della geografia. 

Obiettivi risultati specifici e misurabili del progetto
Incrementare la motivazione
integrare materiali didattici tradizionali con equivalenti online
potenziare e migliorare le strategie didattiche
favorire un apprendimento esperenziale e collaborativo
estendere il processo di apprendimento oltre i limiti fisici e temporali di una lezione in classe
sviluppare competenze geografiche
Fase 1: Esplorare
La geografia è stata scelta perché è un campo di conscenza in cui convergono le competenze di tutte le discipline, quella che meglio può aiutarci a far costruire ai nostri alunni, nel tempo, la visione d'insieme della cultura. In questa fase le attività hanno come obiettivo scoprire cos'è la geografia e come studiarla allo stesso modo dei geografi.
PRIMO INTERVENTO (3 ore) Gli alunni si interrogano sulla geografia, il suo campo d'indagine, la figura degli studiosi, di cosa essi si occupino. Lo scopo è quello di riflettere insieme, far emergere ed ordinare gli interrogativi emersi nella prima fase di brainstorming. Si crea una lista ordinata di domande, poi in sottogruppi si completa uno schema nel quale i bambini propongono mezzi e strumenti di informazione da consultare per ricavare le risposte ai quesiti. La classe valuta i mezzi e gli strumenti proposti dai vari gruppi poi li seleziona attraverso le preferenze
SECONDO INTERVENTO (2 ore) Nel secondo incontro gli alunni procedono alla ricerca delle risposte della lista elaborata utilizzando le fonti selezionate. Si lavora all'interno del piccolo gruppo. Infine ogni gruppo restituisce le risposte alla classe e viene costruita una mappa concettuale sulla geografia ed il lavoro del geografo. Strumento utilizzato Sticking Dots Mappa concettuale
LEGGI IL DIARIO DI BORDO  DIARIO 3 

Fase 2: Ideare
Una volta scoperto di cosa si occupa la geografia e come lavora il geografo, i bambini devono proporre attività attraverso le quali potersi trasformare in veri piccoli geografi utilizzando lo stesso metodo e gli stessi strumenti del geografo. In gruppi sono invitati ad elaborare un documento dal quale emergono proposte di attività geografiche raggruppate secondo la loro funzione (ciò che permettono di scoprire), che serviranno a lavorare come gli specialisti della disciplina.
Si raffrontano le idee, si selezionano e si raccolgono in un documento finale.
DIARIO 4

Fase 3: Sviluppare
Definite le attività geografiche, ora si elabora il prototipo: agli alunni viene chiesto di ordinare le fasi del metodo e di inserirvi le attività di lavoro.
Questo dovrà essere applicato ad ogni modulo del percorso geografico.
I moduli
1. Esplorazione spaziale e prime forme di rappresentazione: lo spazio intorno alla scuola
2. Orientamento e strumenti (orientamento in città, orientamento punti cardinali orientare l'aula orientare l'edificio scolastico) strumenti di orientamento conoscere e costruire la bussola conoscere e costruire la rosa dei venti
3. La rappresentazione geografica: dalla nostra città al mondo intero. La nostra città La Ciociaria. My place on the world
4. Alla scoperta degli ambienti
DIARIO 5  DIARIO 6 

Fase 4: Sperimentare
Gli alunni messo a punto il metodo e gli strumenti selezionati nella fase di sviluppo, lo applicano ai vari moduli di lavoro. Durante questa fase si procede a verificare la fattibilità del metodo per tutti i moduli di lavoro ed eventualmente si valuteranno opportune modifiche per meglio adattarlo ai diversi itinerari di lavoro esplorati.
DIARIO 7  DIARIO 8         DIARIO 9    

Risorse e Materiali
sito web, audio/video, libro di testo, Computer, Tablet
Altro materiale
Blog didattico, cloud per risorse audio/video, fotografie, risorse web 2.0, smarthphone, bussola,
Strutture
Aule/laboratori
Laboratorio informatico
Spazi scolastici ed esterni alla scuola
Centro storico della città
STRUMENTI PER VERIFICA E VALUTAZIONE

Ricostruzione di un angolo dell'antico Egitto

Il laboratorio prevedeva di illustrare le caratteristiche principali della civiltà egizia e i maggiori manufatti artistici giunti fino ai nostri giorni.
L’antico Egitto è un mondo che affascina gli studenti, soprattutto i più piccoli, per i misteri ad esso collegati (la mummificazione, le maledizioni, il mondo ultraterreno).

Le caratteristiche della civiltà egizia: i geroglifici, le divinità, i riti funebri, le piramidi, gli obelischi, gli affreschi, la società e gli aspetti della vita quotidiana. Attività pratica:

  • realizzazione di una piramide, un obelisco 
  • realizzazione di papiri e scrittura con geroglifici 
  • realizzazione di sarcofagi e vasi canopi, corredo funerario, poster sulle divinità 
  • realizzazione pannello con affreschi di ingresso al tempio 
  • realizzazione della piramide sociale con attenzione all'abbigliamento delle varie categorie di cittadini. 

Le finalità 

  • valorizzare tutte le intelligenze ed i diversi linguaggi
  • anticipare o rafforzare la riflessione teorica su un dato argomento, favorendone la comprensione e l’interiorizzazione
  • produrre un risultato concreto e tangibile frutto del lavoro di squadra
  • innalzare il livello di motivazione e curiosità
  • sviluppare capacità di progettazione, verifica e autoanalisi.

Gli alunni hanno lavorato per gruppi sull'indicatore di civiltà loro assegnato:
il laboratorio ha occupato 10 ore totali di attività, 5 incontri da 2 ore.
Gli alunni in numero di 4 per gruppo si sono divisi i compiti svolgendo attività diverse per ottimizzare i tempi di lavoro (criticità che avevano rilevato nei precedenti lavori di gruppo).

PRIMA FASE documentazione
La prima fase ha visto i gruppi impegnati nella documentazione. Essi hanno selezionato le informazioni utili alla realizzazione del prodotto finale richiesto da varie risorse analogiche e digitali, utilizzando anche i dispositivi presenti in aula: due netbook, un table ed un pc fisso.
Testi, libri, fumetti, riviste di divulgazione, sono stati pre-selezionati dagli stessi bambini a casa e portati in classe all'inizio del laboratorio.
Per le immagini a cui ispirarsi si è utilizzato Pinterest.

SECONDA FASE progettazione e suddivisione incarichi
Nella successiva fase gli alunni hanno progettato il prodotto che dovevano realizzare individuando la sequenza di azioni da svolgere. Queste sono state poi suddivise tra i vari componenti del gruppo con assegnazioni di ruoli e compiti.

TERZA FASE realizzazione del prodotto finale
Successivamente i gruppi sono passati alla composizione dei prodotti finali
  • una piramide, (sez A) un obelisco (sez B)
  • realizzazione di papiri e scrittura con geroglifici (sez A e B)
  • realizzazione di sarcofagi e vasi canopi, corredo funerario (sez A e B)
  • poster sulle divinità (sez A)
  • realizzazione pannello con affreschi di ingresso al tempio (sez A)
  • realizzazione della piramide sociale con attenzione all'abbigliamento delle varie categorie di cittadini (sez A e B)
Infine si è composto come in un puzzle l'angolo dell'antico Egitto.

Gli alunni hanno compilato un questionario di autovalutazione del lavoro di gruppo.
L'insegnante ha registrato una rubrica di valutazione per il lavoro di gruppo (selezione delle fonti, organizzazione, cooperazione, utilizzo e gestione di risorse e strumenti, tempi di consegna) e valutato la qualità del prodotto finale realizzato da ogni gruppo.
RUBRIC PER VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA’ DI LABORATORIO

Alcune riosorse

Menzione d'onore al concorso Codi-Amo, Programma il futuro


Le classi quarte A B C della scuola primaria "Maiuri" hanno partecipato al concorso Codi-Amo nell'ambito del progetto "Programma il futuro" del MIUR, in collaborazione con il CINI – Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica, che intende fornire alle scuole una serie di strumenti semplici, divertenti e facilmente accessibili per formare gli studenti ai concetti di base dell'informatica.

Il concorso Codi-Amo voleva sensibilizzare gli studenti alla riflessione sullo sviluppo del pensiero computazionale, fornendo loro l’opportunità di cimentarsi con forme di espressione originali e stimolanti, mettendoli in condizione di esprimere le proprie peculiarità e le proprie visioni.

Gli alunni si sono cimentati in un percorso sia su piattaforma Code.org, sia in attività più tradizionali (unplugged); con una di queste, "Costruire e programmare con i Lego", le classi hanno ricevuto una speciale Menzione d'Onore per l'elevata qualità dell'elaborato sottomesso al Concorso.

Il percorso annuale svolto nelle ore di tecnologia dagli alunni e tutte le attività realizzate sono consultabili ai seguenti indirizzi
https://padlet.com/webbussolascuola/ervk0htxizeb
https://padlet.com/webbussolascuola/fihf70jbtr9t


OPPORTUNITA' estive sul territorio

Sabato 18 Giugno 2016 alle 10.00 presso la BIC Lazio Ferentino la Crew di CoderDojo Ferentino organizza ‪#‎ColorDojo‬.

Sarà un mare di colori nelle sessioni di Scratch e ‪#‎Html‬.

Genitori, niente paura, anche questa volta abbiamo pensato anche a Voi con una sessione dove si parlerà di ‪#‎CyberBullismo‬.

I biglietti (sempre gratuiti) saranno disponibili a partire dal 2 giugno alle ore 12.00 su https://colordojo.eventbrite.it

Be Cool!

Crew CoderDojo Ferentino

Progetto "Cantiamo i diritti dei bambini"

CANTIAMO I DIRITTI DEI BAMBINI

  • Educare alla convivenza democratica.
  • Conoscere la carte dei diritti di fanciulli.
  • Conoscere le tradizioni e il patrimonio storico e culturale del proprio territorio.


Cantiamo i diritti dei bambini
Tutti i lavori prodotti potranno essere visionati e scaricati ai seguenti link:

classi II A- B- C: www.youblisher.com/p/1423615-Cantiamo-i-diritti-dei-bambini/

classi II D- E: www.youblisher.com/p/1429672-Cantiamo-i-diritti-dei-bambini/

classi III A- B- C: www.youblisher.com/p/1425356-Cantiamo-i-diritti-dei-bambini/

classi IV A- B- C: www.youblisher.com/p/1425366-Cantiamo-i-diritti-dei-bambini/

Torneo di Geometriko


A conclusione del percorso di geometria affrontato in classe quarta, agli alunni è stato proposto di sfidarsi in un torneo di classe utilizzando il volume Geometriko edito da Erickson a cura del prof. Leonardo Tortorelli.
Geometriko - Il gioco strategico per imparare la geometria pianaSi tratta di un gioco strategico per imparare la geometria piana che nasce proprio dall’idea di fornire uno strumento per acquisire e consolidare l’apprendimento della geometria — in particolare dei quadrilateri — divertendosi e in modo attivo, significativo e dinamico. Pensato per essere usato in piccoli gruppi o in veri e propri tornei scolastici, Geometriko si propone di sviluppare i seguenti processi cognitivi:
- denominare
- confrontare
- classificare
- riconoscere
- risolvere problemi
- applicare il metodo deduttivo.

Sfidandosi «all’ultimo quadrilatero», passando per il «sorteggio della speranza» e beccandosi qualche «fucilata geometrika», i piccoli giocatori hanno consolidato gli apprendimenti senza sforzo, muovendosi nel mondo della geometria piana, grazie ad attività coinvolgenti e a materiali colorati e divertenti. http://geometriko.altervista.org/geometriko/


Insieme Quadrilateri (Gerarchia dei Quadrilateri / Mappatura con Diagrammi di Eulero-Venn)
Insieme Quadrilateri

Insieme Quadrilateri Classico L. Tortorelli, Geometriko, Erickson – Trento” – Edizione Novembre 2015
Gli alunni hanno prima affrontato un percorso di lezioni frontali e attività laboratoriali sui quadrilateri e sulle loro caratteristiche

.

E' stato svolto un test all'interno della prova di verifica di fine anno per avere chiaro il quadro di competenza posseduto da ogni alunno e selezionare i quesiti,  è stato dedicato un incontro alla lettura e comprensione delle regole e svolta quindi una partita di prova per meglio comprendere regole  e dinamiche di gioco.

Negli incontri successivi si è svolta la gara eliminatoria e l'ultimo giorno la finale.

Vincitrice della finale GIULIA CALABRESE classe 4° C
Il torneo avrà una nuova edizione il prossimo anno con l'integrazione dei quesiti che non erano adatti alla classe quarta.


Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

Etichette