Classe a colori partecipa al Global Junior Challenge 2017

Post in evidenza

Le classi raccontano le buone pratiche dell'Istituto Comprensivo Frosinone 4 alla Città Educativa di Roma

Città Educativa di Roma sabato 8 ottobre, 9.30 - 13.30 LE BUONE PRATICHE DI INNOVAZIONE NELLA DIDATTICA Mostra dei progetti realizzati d...

Percorso didattico di geografia tra laboratorio e ambienti online.

Percorso didattico di geografia tra laboratorio e ambienti online.

La motivazione da cui parte il percorso didattico geografico è quella di proporre ai nostri alunni la geografia utilizzando metodi e strumenti propri dei geografi, aumentando la motivazione ed il coinvolgimento attivo dei bambini, integrando l'attività d'aula/laboratorio con ambienti di lavoro on-line.
L'ambiente di lavoro che affianca il nostro percorso didattico é il Blog di classe "Classe a colori". 
Il nostro tentativo prende avvio sin dalla prima classe di scuola primaria integrando all'attività tradizionale in aula un ambiente on-line dove ampliare gli spazi di apprendimento; motivare gli alunni con attività innovative, nuove e interessanti che favoriscano un apprendimento esperenziale e collaborativo. 
Un luogo virtuale condiviso per documentare processi e progetti didattici, che permetta di operare con qualsiasi strumento tecnologico sul Web, vera sede di applicazioni e servizi; che costituisce il diario di bordo di un cammino tra sperimentazioni didattiche, dove moltiplicare l'accesso sicuro a materiali e attivare nuovi canali di comunicazione alunni/docenti oltre l'orario di lezione. 
In classe terza, all'interno del nostro Blog convivono risorse diverse 2.0 ossia un insieme di applicazioni che consentono all'utente un elevato livello di interazione e condivisione dell’informazione. 
In tale ambiente si impara in molti modi diversi contemporaneamente, con le nuove tecnologie che diventano mezzo per un apprendimento personalizzato. 
Il blog stesso è divenuto strumento didattico a cui fare riferimento costante sia a casa che a scuola.

Finalità
risultati di carattere generale che si propone il progetto
Sperimentare nuovi approcci didattici; non creare isolamento culturale rispetto al mondo che cambia; realizzare una didattica innovativa per competenze;
integrare strumenti tradizionali con le nuove tecnologie che diventano strumento per un apprendimento personalizzato e mezzi attraverso i quali far condividere e collaborare gli studenti;
permettere a ciascun alunno di esprimersi secondo le proprie attitudini e le proprie abilità; familiarizzare con l'utilizzo delle risorse del web 2.0;
mostrare attraverso la documentazione, la valenza interdisciplinare di ciascuna esperienza; acquisire competenze geografiche.

Gli obiettivi generali del progetto sono :
Educazione degli studenti alla multimedialità.
Miglioramento dell'efficacia dell'insegnamento e dell'apprendimento della geografia. 

Obiettivi risultati specifici e misurabili del progetto
Incrementare la motivazione
integrare materiali didattici tradizionali con equivalenti online
potenziare e migliorare le strategie didattiche
favorire un apprendimento esperenziale e collaborativo
estendere il processo di apprendimento oltre i limiti fisici e temporali di una lezione in classe
sviluppare competenze geografiche
Fase 1: Esplorare
La geografia è stata scelta perché è un campo di conscenza in cui convergono le competenze di tutte le discipline, quella che meglio può aiutarci a far costruire ai nostri alunni, nel tempo, la visione d'insieme della cultura. In questa fase le attività hanno come obiettivo scoprire cos'è la geografia e come studiarla allo stesso modo dei geografi.
PRIMO INTERVENTO (3 ore) Gli alunni si interrogano sulla geografia, il suo campo d'indagine, la figura degli studiosi, di cosa essi si occupino. Lo scopo è quello di riflettere insieme, far emergere ed ordinare gli interrogativi emersi nella prima fase di brainstorming. Si crea una lista ordinata di domande, poi in sottogruppi si completa uno schema nel quale i bambini propongono mezzi e strumenti di informazione da consultare per ricavare le risposte ai quesiti. La classe valuta i mezzi e gli strumenti proposti dai vari gruppi poi li seleziona attraverso le preferenze
SECONDO INTERVENTO (2 ore) Nel secondo incontro gli alunni procedono alla ricerca delle risposte della lista elaborata utilizzando le fonti selezionate. Si lavora all'interno del piccolo gruppo. Infine ogni gruppo restituisce le risposte alla classe e viene costruita una mappa concettuale sulla geografia ed il lavoro del geografo. Strumento utilizzato Sticking Dots Mappa concettuale
LEGGI IL DIARIO DI BORDO  DIARIO 3 

Fase 2: Ideare
Una volta scoperto di cosa si occupa la geografia e come lavora il geografo, i bambini devono proporre attività attraverso le quali potersi trasformare in veri piccoli geografi utilizzando lo stesso metodo e gli stessi strumenti del geografo. In gruppi sono invitati ad elaborare un documento dal quale emergono proposte di attività geografiche raggruppate secondo la loro funzione (ciò che permettono di scoprire), che serviranno a lavorare come gli specialisti della disciplina.
Si raffrontano le idee, si selezionano e si raccolgono in un documento finale.
DIARIO 4

Fase 3: Sviluppare
Definite le attività geografiche, ora si elabora il prototipo: agli alunni viene chiesto di ordinare le fasi del metodo e di inserirvi le attività di lavoro.
Questo dovrà essere applicato ad ogni modulo del percorso geografico.
I moduli
1. Esplorazione spaziale e prime forme di rappresentazione: lo spazio intorno alla scuola
2. Orientamento e strumenti (orientamento in città, orientamento punti cardinali orientare l'aula orientare l'edificio scolastico) strumenti di orientamento conoscere e costruire la bussola conoscere e costruire la rosa dei venti
3. La rappresentazione geografica: dalla nostra città al mondo intero. La nostra città La Ciociaria. My place on the world
4. Alla scoperta degli ambienti
DIARIO 5  DIARIO 6 

Fase 4: Sperimentare
Gli alunni messo a punto il metodo e gli strumenti selezionati nella fase di sviluppo, lo applicano ai vari moduli di lavoro. Durante questa fase si procede a verificare la fattibilità del metodo per tutti i moduli di lavoro ed eventualmente si valuteranno opportune modifiche per meglio adattarlo ai diversi itinerari di lavoro esplorati.
DIARIO 7  DIARIO 8         DIARIO 9    

Risorse e Materiali
sito web, audio/video, libro di testo, Computer, Tablet
Altro materiale
Blog didattico, cloud per risorse audio/video, fotografie, risorse web 2.0, smarthphone, bussola,
Strutture
Aule/laboratori
Laboratorio informatico
Spazi scolastici ed esterni alla scuola
Centro storico della città
STRUMENTI PER VERIFICA E VALUTAZIONE

Nessun commento:

Posta un commento

Post correlati

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

Etichette