BUONE VACANZE!

Post in evidenza

DIARIO DELLA LETTO – SCRITTURA

DIARIO DELLA LETTO – SCRITTURA a cura dell'ins. catia Eusepi PRIMO MESE -  FASE GLOBALE FARE OBIETTIVI: instaurare rapporti c...

DIARIO DELLA LETTO - SCRITTURA ULTIMA PUNTATA

DIARIO DELLA LETTO - SCRITTURA ULTIMA PUNTATA

 a cura dell'ins. Catia Eusepi

SCRIVERE

OBIETTIVI:
scrivere utilizzando correttamente: digrammi, sillabe complesse e difficoltà ortografiche;
saper verbalizzare le sequenze di una storia;
costruire frasi coerenti e coese.

I bambini sono ora in grado di esprimere i propri pensieri in modo abbastanza organico oralmente e anche per iscritto. Affinché le frasi pensate siano coerenti e coese si continua con esercizi gioco sulle frasi vere, sulle parole intruse, sulla ricostruzione di frasi vere con parole date.

La verbalizzazione delle sequenze di un racconto avviene prima collettivamente, a livello orale, ognuno dà il suo contributo nella ricostruzione di una porzione della storia, poi ciascun alunno riflette individualmente sulla storia e ne ricostruisce per iscritto le sequenze con un continuo lavoro di rilettura e revisione sotto la supervisione dell’insegnante.

ASCOLTARE - LEGGERE

OBIETTIVI
saper ascoltare storie lette facendo previsioni in base al titolo, cogliendo elementi fondamentali durante l’ascolto e completando questionari di comprensione;
Saper leggere storie adeguate alla propria capacità e velocità di lettura;
individuare all’interno delle storie ascoltate o lette gli elementi fondamentali: personaggi, fatti, ambienti;
saper riordinare le sequenze di una storia ascoltata o letta;

Laboratorio di geometria

Laboratorio di geometria

Il bambino struttura lo spazio sulla base del proprio corpo, del proprio vissuto emozionale e affettivo, e sulla base degli atti motori. Quando è piccolo, egli distingue le forme visivamente ma non è in grado di rappresentarle secondo rapporti euclidei o proiettivi: disegna cioè quello che sa e le in varianti che conosce sono solo quelle topologiche.
Solo verso i 7-8 anni essi incominciano ad acquisire i concetti euclidei di distanza e la sua misurazione, di perpendicolarità e di parallelismo, di coordinate verticali e orizzontali, anche se continuano a non avere una corretta visione geometrica: identificano infatti come triangoli solo quelli equilateri e difficilmente riconoscono come triangolo la figura che poggia su un suo vertice; scambiano anche il quadrato che poggia su un suo vertice con il rombo.

Il bambino viene guidato in una prima fase di esplorazione visiva e tattile con del materiale strutturato (es. blocchi logici, tamgram) e non, a cui segue una fase di azioni «mirate» su oggetti e figure: solo attraverso azioni reali successivamente interiorizzate il bambino apprenderà i primi concetti geometrici.

Lavoro di gruppo

Giocare con le forme e riconoscerle, creare una composizione in gruppo facendo scelte e  prendendo una decisione comune; rappresentarla sul quaderno disegnando il contorno di ogni figura che la compone. 
Produzione di composizioni con le forme geometriche principali

Obiettivi

  • favorire un approccio giocoso al mondo delle forme e sviluppare l’osservazione e la creatività
  • raffigurare con forme geometriche
  • operare con figure piane
  • riconoscere le figure geometriche piane, anche se diversamente orientate nel piano

Il Tangram

Tangram, un antico gioco cinese conosciuto anche come “Le sette pietre della saggezza” poiché si diceva che la comprensione dei suoi segreti conferisse grande sapienza.

I pezzi del Tangram hanno forme ben precise: cinque triangoli isosceli rettangoli di tre diverse misure, un quadrato e un parallelogramma. Il gioco consiste nel cercare di formare delle sagome riconoscibili (animali, persone, oggetti…) usando tutti e sette i pezzi attraverso la loro traslazione, rotazione e ribaltamento (quest’ultimo utile solo per il parallelogramma).
Giocare con il tangram può sembrare facile, soprattutto quando lo si vede già assemblato sotto forma di quadrato, ma non lo è, soprattutto se si è alle prime armi.
Nel gioco del tangram, così come per l'origami, accade che, malgrado la semplicità del materiale impiegato, si possono realizzare sia figure geometriche, sia figure di ogni tipo. 
E’ un gioco che favorisce la concentrazione e risulta un ottimo esercizio matematico, per la comprensione delle figure e dello spazio
Richiede capacità di osservazione, di semplificazione e stilizzazione delle forme conosciute, di riconoscimento di simmetrie e moduli è un compito che richiede una notevole intelligenza visiva.

I blocchi logici

Il materiale classico si compone di 48 pezzi, differenziati in
quattro forme: TRIANGOLO, RETTANGOLO, QUADRATO, CERCHIO
tre colori: ROSSO, GIALLO, BLU
due spessori: SPESSO, SOTTILE
due grandezze: GRANDE, PICCOLO

Giochi con questo materiale non servono soltanto ad affinare le capacità visive e tattili dei bambini, ma sono particolarmente adatti a svilupparne le capacità logiche. I bambini possono usarli sia singolarmente che in gruppo.




Sorrisi Smaglianti Futuri Brillanti





L'educazione orale a scuola; l’obiettivo è insegnare l’importanza di una corretta igiene orale quotidiana per avere ogni giorno sorrisi smaglianti.
“Sorrisi Smaglianti Futuri Brillanti” programma educativo a cura degli Ambasciatori del sorriso.
Laboratorio didattico
– materiale ludico-educativo per i bambini (compreso un cartone animato “Supereroi dei denti”);
– brochure informativa per i genitori;
– diploma di partecipazione al progetto.

I tre porcellini

Attività didattiche intorno alla storia dei tre porcellini
classe prima C

PROBLEM SOLVING

Apprendimento da promuovere IMPARARE AD IMPARARE
PROBLEM SOLVING.
1. COMPRENSIONE:decodificare, analizzare ed elaborare.
2. RAPPRESENTAZIONE: elaborare l'immagine mentale.
3. CATEGORIZZAZIONE: individuare la categoria
4. PIANIFICAZIONE: riconoscere la necessità di risoluzione.
5. AUTOVALUTAZIONE: leggere la propria pratica

Affinchè si sia in grado di trovare la soluzione di un problema è necessario costruire una rappresentazione mentale della situazione (un ‘modello mentale’)
Gli errori fatti dagli studenti possono essere visti come un fallimento a produrre una corretta rappresentazione mentale e a porre un legame tra la situazione descritta nel testo e il corretto algoritmo risolutivo. (tradotto da Kintsch & Young, 1992)
Dunque la finalità è quella di sviluppare il pensiero algebrico attraverso una rappresentazione grafica “semantica” che manifesti la relazione fra le variabili.

Primi attestati del corso di coding

Arrivano i primi attestati per il corso di Coding: imparare le basi dell'informatica e della sicurezza su Internet. 
Ricercare errori (debugging)
pianificare una sequenza e codificare tale sequenza in un linguaggio opportuno: leggere e scrivere del codice costituito da semplici simboli
costruire algoritmi sequenziali 
risolvere problemi (problem solving) e sviluppare il pensiero critico (critical thinking)
sviluppare il concetto di istruzioni ripetute e l'utilizzo di cicli
disegnare immagini ripetendo semplici sequenze di istruzioni
Laboratorio: Eventi
In questa attività online, gli studenti avranno l'opportunità di imparare a utilizzare gli eventi del Laboratorio e di applicare tutte le competenze di programmazione che hanno imparato per creare un gioco animato. È il momento di essere creativi e costruire una storia nel Laboratorio!



Lettura animata 11 maggio 2018

Lettura animata 11 maggio 2018


Una passeggiata per scoprire il percorso da scuola sino alla libreria e ritorno, piacevole sotto il sole di maggio. 
I bambini hanno visitato la libreria Mondadori in via Aldo Moro, gironzolato per gli scaffali scoprendo l'esistenza di libri su argomenti noti o riconoscendo volumi che hanno nelle libreria di casa, poi hanno assistito ad una coinvolgente attività di lettura animata.
Sono intervenuti per fare domande, precisazioni, scoprire curiosità, raccontare le le loro esperienze ed hanno ascoltato a bocca aperta storie dal mondo della natura e degli animali.


Applicazioni online per la matematica

Applicazioni online per la matematica

NUMBER FRAMES
Rappresentare, contare, calcolare, confrontare quantità.

NUMBER LINE
Linea dei numeri virtuale per visualizzare le sequenze di numeri e illustrare strategie per contare, confrontare, addizionare, sottrarre, moltiplicare, dividere.




NUMBER PIECES
Base dieci per sviluppare la comprensione del valore posizionale e la costruzione di capacità di calcolo con i numeri a più cifre.

GEOBOARD
Geopiano virtuale
Estendendo le fasce intorno ai pioli, si possono formare segmenti e poligoni e approfondire i concetti di perimetro, area, angoli, congruenza.


PATTERN SHAPES
Esplorare la geometria per imparare a conoscere e ad operare con le forme, la simmetria e comporre e scomporre le forme.

Post correlati

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

Etichette