Didattica a distanza (DAD)

Post in evidenza

Lavori realizzati, percorso didattica a distanza in storia

Visualizzazione post con etichetta 2013. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta 2013. Mostra tutti i post

Concorso Raccontando 2014


"La Provincia di Frosinone e soprattutto le scuole hanno oramai un appuntamento annuale sul quale fare riferimento per offrire a tutti gli alunni e studenti l’opportunità di cimentarsi con la scrittura. Una palestra dove, finalmente essere liberi di esprimere le proprie sensazioni lasciando libera la fantasia e costruendo, parola dopo parola, la storia che ognuno vorrà scrivere. Il successo ottenuto dalla prima edizione del Concorso Letterario RACCONTANDO testimonia la voglia dei nostri ragazzi di esprimersi liberamente, senza tracce o argomenti specifici, utilizzando la scrittura come strumento di intima confessione ma anche come divertimento creativo".

Su richiesta dei genitori delle classi seconde, intanto riproponiamo il lavoro dello scorso anno delle classi 1^ A e B  2013  "Noi raccontiamo la scuola" classificatosi secondo nella categoria Scuola Primaria Classi I° e II°.

STORIA: laboratorio letterine di Natale

Come trasformare una mostra in un laboratorio didattico antropologico.

Prima della visita alla mostra "Caro Gesù Bambino" allestita presso la nostra scuola, i bambini hanno riflettuto  e condiviso ciò che volevano ricercare come piccoli storici, durante la lettura delle letterine.

Hanno stilato un promemoria:



Nei giorni successivi in classe, hanno risposto ai quesiti che si erano posti individuando le informazioni emerse dalla lettura delle letterine:



Infine sono stati organizzati in gruppi per elaborare un testo storico che evidenziasse le condizioni di vita dei bambini tra gli anni' 60 e '70 nella nostra provincia, emerse dai racconti.

La canzone della tabellina del 3


Divertente video dedicato all'apprendimento della tabellina del 3

La tabellina del 3 da colorare
E poi i giochi per divertirsi con le tabelline:

GIOCO delle tabelline ma anche delle operazioni scegli tu a cosa vuoi giocare e la difficoltà
CRUCITABELLINE TABELLINA DEL 3
Ripasso la tabellina del due GIOCA (Scegli la tabelline del tre)
Palle di neve GIOCA (Scegli la tabelline del tre)
Rompi le uova GIOCA (Scegli la tabelline del tre)
I pesciolini GIOCA (Scegli IL LIVELLO EASY E la tabelline del tre)
Trova i numeri delle tabelline GIOCA (Scegli la tabelline del tre)

La canzone della tabellina del 2

Tabellina del due

Aiutare la memorizzazione delle tabelline utilizzando strategie diverse

Le tabelline canterine sono canzoni pensate per i bambini che devono imparare le tabelline.
Sono in totale dieci canzoncine, una per ogni tabellina; ognuna presenta personaggi, storie e generi musicali diversi.
Con la musica e le rime, le tabelline sono più divertenti e si memorizzano prima.

E poi i giochi per divertirsi con le tabelline:

GIOCO delle tabelline ma anche delle operazioni scegli tu a cosa vuoi giocare e la difficoltà
CRUCITABELLINE TABELLINA DEL 2
Ripasso la tabellina del due GIOCA (Scegli la tabelline del due)
Palle di neve  GIOCA (Scegli la tabelline del due)
Rompi le uova GIOCA (Scegli la tabelline del due)
I pesciolini GIOCA (Scegli IL LIVELLO EASY E la tabelline del due)
Trova i numeri delle tabelline GIOCA (Scegli la tabelline del due)

Tabellina da colorare

Trasformazione "tradizionale" in elfi

Giocando con le immagini, e abbinandole insieme
(immagini fotografiche e sagome in cartoncino),
i bambini trasformano se stessi in piccoli elfi che quest'anno popoleranno il villaggio di Babbo Natale.
Rispettare le proporzioni è difficile così vengono creati buffi personaggi natalizi!
------------------------------------------------------
Laboratorio Tecnologico

"Elfi nel villaggio di Babbo Natale"

Progettare, realizzare i personaggi che animano il villaggio di Babbo Natale attraverso l'uso di immagini di diverso tipo: disegni e sagome su cartoncino, fotografia digitale, immagini e animazioni web 2.0











I bambini si trasformano in elfi che ballano!

Esplorare le possibilità che la tecnologia offre anche solo per colorare il Natale di divertimento.

In questo primo video: Sharon, Noemi, Guglielmo, Giulia e Stefano.
Clicca qui Video UNO

Ora è la volta di Beatrice, Francesco, Julia, Federica, Cristian.
Clicca qui Video DUE

Terzo video con Alberto, Andrea, Giorgia, Aissa, Giada.
Clicca qui Video TRE

Il quarto video vede impegnati Gaia M., Caterina, Gaia S., Silvano, Cristiano.
Clicca qui Video QUATTRO

Infine il video con Angelica, Diego, Gabriele.
Clicca qui Video CINQUE

Elfi di Babbo Natale

Presto una serie di video dei bambini della classe II C in divertenti balletti nei panni degli elfi di Babbo Natale!









Uscita sul territorio

Visita alla fabbrica del cioccolato "Mon Desir" 
e al Museo dell'Energia di Ripi


Dal sito "Noi e l'ambiente" , alcuni filmati sul tema dell'energia:

L'energia: prime nozioni sul concetto di energia;
Le fonti di energia: per conoscere le fonti di energia rinnovabili e non;
I combustibili fossili;
L'energia idroelettrica.

Al termine della visione dei video per verificare le conoscenze acquisite fate anche il "Quiz on line sull'energia" .

Materiale di preparazione all'uscita

La scomposizione delle decine

E' stata già avviata in classe prima, e ripresa nei mesi precedenti, la scomposizione delle decine con due addendi.
Si è proceduto con schemi a raggiera
dapprima scomponendo per decine, poi utilizzando i numeri amici di dieci

19 + 1  dove 9 e 1 sono 
le unità che formano una nuova decina come visualizzato sull'abaco


Via via (esercitandoci sulla scomposizione dei numeri secondo il valore relativo di ogni cifra) abbiamo eliminato lo schema a raggiera e costruito uguaglianze: 50= 10 + 40
Successivamente alle uguaglianze abbiamo aggiunto anche il valore relativo del numero 50= 10 + 40 = 1 da + 4 da


Prepariamoci al Natale: i canti

Natale che schianto

Venti di pace    Musica (cliccare sul disegno del CD per aprire il file mp3)

Puoi ascoltare tutti i canti su questa pagina >> NATALE CHE SCHIANTO

E sarà Natale - Tazenda

Prepariamoci al Natale: "Caro Gesù Bambino"

L'album della visita alla mostra "Caro Gesù Bambino"
Gli alunni leggono, ascoltano la lettura e osservano le letterine di Natale dei bambini di ieri, cominciando a cogliere somiglianze e differenze nelle diverse condizioni di vita.


Alcune delle più belle letterine di Natale che gli alunni delle scuole di Frosinone e provincia scrissero nel decennio 1960/1970 per partecipare ad un concorso indetto dall'ENAL. 
Un archivista, presente a scuola, illustrerà il contenuto della mostra alle classi.

RIEPILOGO SOTTRAZIONE-ADDIZIONE

MAPPA DI RIEPILOGO SU QUANTO SCOPERTO SULLA SOTTRAZIONE

LE PAROLE CHIAVE DEI PROBLEMI DI ADDIZIONE E SOTTRAZIONE


La prova della sottrazione: operazioni inverse

Per verificare la correttezza di una sottrazione si ripercorre a ritroso il percorso effettuato per calcolare il resto o differenza.
Come?
Poiché (come scoperto già in classe prima) le operazioni inverse, di senso contrario, sono l'addizione e la sottrazione, 
allora possiamo procedere così:

se al numero 13 sottraggo 3

13 - 3 = 10

allora se a 10 aggiungo nuovamente ciò che ho tolto (avevo tolto 3)
allora dovrò ottenere nuovamente il numero di partenza ossia 10.


I sempreverdi



I mesi dell'anno

Filastrocca dei mesi dell'anno
http://apprendere.weebly.com/


Sottrazione come resto e differenza

Clicca sull'immagine per ingrandirla


Resto                                              Differenza


LA DIFFERENZA 

Trovare la differenza vuol dire 
confrontare due gruppi di oggetti di quantità diversa 
scoprire di quanto uno è più numeroso dell’altro 

Nel problema con 15 mele e 20 bambini si confronta il gruppo di 15 mele con 
il gruppo di 20 bambini per scoprire quanti bambini ci sono in più delle mele

SOTTRAZIONI CON IL CAMBIO


In seconda elementare gli allievi incontrano per la prima volta gli algoritmi per l’addizione e la sottrazione in colonna con numeri di 2 cifre.

Prima si considerano i casi più naturali, come ad esempio:
45 + 22 =        37 – 22 =

Nel passo successivo si considerano i casi in cui la somma delle unità supera la decina (addizione) 45 + 27 =
ovvero il numero di unità del sottraendo supera il numero delle unità del minuendo 37 – 18 =

Dal punto di vista matematico, si opera, nel primo caso, componendo 10 unità a formare 1 decina e, nel secondo caso, scomponendo 1 decina in 10 unità.

Con le notazioni standard, il “riporto” opera in questo modo:
45 + 27 = (4 da + 5 u) + (2 da + 7 u) = 6 da + 12 u = 6 da + 1 da + 2 u =
7 da + 2 u = 72

Il “prestito” opera in questo modo,
37 – 18 = (3 da + 7 u) – (1 da + 8 u) = (2 da + 17 u) - (1 da + 8 u) =
(2 da – 1 da) + (17 u – 8 u) = 1 da + 9 u = 19
Tratto da "L’Italiano per capire e per studiare:la sottrazione con “prestito” in aritmetica"
Maria G. Bartolini Bussi - Università di Modena e Reggio Emilia(http://www.mat.uniroma3.it/users/primaria/Bartolini.pdf)

E' chiaro, dunque, come i bambini debbano aver ben chiara la struttura del numero e il valore posizionale delle cifre che compongono i numeri, aver acquisito sicurezza nelle abilità di composizione e scomposizione dei numeri.

SOTTRAZIONI CON IL CAMBIO

45 - 18 = 27
rappresentazione sull'abaco

RAGIONAMENTO

rappresentazione sull'abaco e in colonna

32 - 5 =


Il diagramma di flusso della sottrazione con il cambio

VAI AL GIOCO ON-LINE - GIOCO>>

VUOI SAPERE QUANTO SEI IN GAMBA CON LE SOTTRAZIONI?
ESEGUI IL TEST - TEST>>



La prova dell'addizione









In classe prima abbiamo scoperto attraverso la manipolazione di materiale vario, l'uso di strumenti come la linea del 20 di Bortolato, l'esecuzione di addizioni in tabella, opportunamente progettate, che le addizioni hanno il medesimo risultato anche se non cominciamo a contare dal primo addendo.

Così non è stato difficile comprendere come scambiando l'ordine degli addendi il risultato non cambi. 

Da qui, capire che svolgendo in entrambi i modi l'addizione avendo lo stesso risultato poteva fornire la garanzia dell'esattezza della somma, è stato davvero facile!
Tuttavia alcuni alunni possono incontrare difficoltà nello scambiare l'ordine degli addendi nelle addizioni in colonna con tre addendi.
Così ho affiancato all'operazione in colonna la prova, guidando il cambio d'ordine degli addendi con delle frecce colorate.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF