Buone vacanze!

Post in evidenza

Concorso "Programma una storia" 2019

Concorso "Programma una storia" 2019 Partecipanti https://programmailfuturo.it/progetto/concorso-2019/partecipanti ...

Carnevale con il metodo Venturelli e la Pixel art

Carnevale con il Metodo Venturelli® e la Pixel art

Gesto scrittorio, non solo attraverso l’apprendimento di una scrittura chiara, leggibile e non più faticosa ma scaturente da un gesto fluido e normale. Leggi le principali teorie



La dott.ssa Alessandra Venturelli, grafologa e pedagogista, ha ideato e sperimentato un metodo innovativo per la cura e prevenzione della disgrafia che porta il suo nome, il Metodo Venturelli®.
Metodo Venturelli®Il Metodo Venturelli® è brevettato ed ha già avuto una grande diffusione nelle scuole tant’é che l’Università di Ferrara organizza dei master universitari sotto la direzione della stessa dott.ssa Venturelli per la formazione di ” Consulenti didattici e rieducatori della scrittura per la prevenzione e il recupero delle difficoltà grafo-motorie” inoltre dall’anno scorso la casa editrice Raffaello ha pubblicato il libro “Imparo a scrivere in stampato e in corsivo del Metodo Venturelli®” allegandolo al libro di testo per la scuola primaria “Prima Fila”.
Attività di coloritura delle maschere

Il Metodo della Dottoressa Alessandra Venturelli offre un percorso unitario di abilitazione-riabilitazione della scrittura manuale (abilità esecutiva della scrittura) che prevede 3 fasi di intervento.


  • 1.La prima fase riguarda l’apprendimento del gesto grafico del bambino e può partire dall’ultimo anno del nido d’infanzia fino al primo anno della scuola primaria. In questa fase sono previste attività e percorsi educativi che permettono al bambino di acquisire le abilità e i prerequisiti necessari all’acquisizione del corretto gesto grafico.
Il Medoto Venturelli® si basa sul principio che il gesto grafico non debba essere insegnato a partire dalla scuola primaria, ma debba essere costruito dalla primissima età sarà quindi fondamentale portare il bambino a sviluppare le abilità di natura cognitiva, percettiva, spaziale e motoria attraverso una serie di attività programmate, che puntino non solo all’apprendimento della scrittura ma soprattutto all’autonomia personale.

Sapersi vestire, lavare, sapere mangiare ecc permettono al bambino di acquisire i prerequisiti fondamentali allo sviluppo grafomotorio.

Dal sapere fare del bambino deriva la corretta postura ed impugnatura già nella scuola dell’infanzia che, se scorretta, sarà poi difficile da modificare nella scuola primaria.
Lo sviluppo delle capacità grafo-motorie permetteranno al bambino di scrivere a scuola, avendo la consapevolezza del proprio corpo e sapendosi anche muovere nello spazio.
  • 2. La seconda fase detta di potenziamento , comincia dalla classe seconda di scuola primaria, dove si procede quindi con una serie di attività didattiche mirate a potenziare quelle abilità nell’uso del corsivo che risultino ancora carenti per alcuni alunni.
https://www.alessandraventurelli.com/metodo-venturelli
  • 3. La terza fase tratta un percorso personalizzato ed individuale per tutti quei bambini che non hanno ancora raggiunto gli obiettivi di apprendimento dell’intera classe ed è realizzato da un rieducatore della scrittura.
Sarà solo al termine di questa fase, si dovrebbe ricorrere ad eventuali strategie dispensative e compensative per quegli aspetti che non sono stati del tutto recuperati durante la rieducazione e procedere con una certificazione di disgrafia.

BACHECA PINTEREST 

Laboratorio potenziamento

Attività di Pixel art, utilizzando il sistema di ingrandimento con la quadrettatura


Attività: dialogo tra Arlecchino e Pantalone "Il finto sordo"; scrittura del dialogo, riflessione sull'uso della punteggiatura nel discorso diretto, rilettura e recitazione.

Geografia e matematica
I bambini riutilizzano autonomamente il sistema di ingrandimento con la quadrettatura.
Risultati immagini per filastrocca di carnevaleAttività in laboratorio di informatica: gli alunni utilizzano il programma di videoscrittura per scrivere la Filastrocca di Carnevale, ricercano online immagini di mascherine da colorare, le modificano attraverso il programma di disegno, infine le inseriscono nel file di testo.
Risultati immagini per maschere di carnevale da colorare

Nessun commento:

Posta un commento

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF